Via del Correggio 22

63074-San Benedetto Del Tronto (AP)

Lun-Ven 9:30 - 13:00 , 16:30 - 19:30

Sabato:CHIUSO , Domenica:CHIUSO

News

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Se la Banca nella causa non riesce a fornire dimostrazione delle somme effettivamente erogate al cliente insolvente, non può richiederne il rimborso e il decreto ingiuntivo, a suo tempo ottenuto, va revocato. Questo è il succo della recente decisione resa dal Tribunale di Ascoli Piceno, a firma del Giudice dott.ssa Foti, in accoglimento dell’opposizione a decreto ingiuntivo dell’importo di oltre 60.000 euro.

Felice il debitore, patrocinato dal mio studio, che non disponeva più dei vecchi estratti conto del suo conto corrente per verificare la legittimità dell’ingente pretesa creditoria nei suoi confronti, quanto a sorte capitale, interessi, spese etc. E’ successo però che anche la Banca non li avesse più e il Giudice ha ritenuto infondata la sua richiesta di pagamento! La motivazione, resa “in omaggio al principio della ragione più liquida” rispetto alle diverse eccezioni sollevate, risiede nel fatto che il creditore non ha dimostrato il credito vantato, depositando in giudizio solo copia dei contratti di prestito, “dai quali non è possibile evincere l’effettiva erogazione delle somme in finanziamento”. L’istituto bancario non ha prodotto in giudizio, infatti, nè estratti conto nè piano di ammortamento, ma solo una dichiarazione di credito, firmata dal legale rappresentante e i contratti di finanziamento. E ha perso la causa.
#studiolegalecenerig
... Leggi di piùLeggi di meno

Se la Banca nella causa non riesce a fornire dimostrazione delle somme effettivamente erogate al cliente insolvente, non può richiederne il rimborso e il decreto ingiuntivo, a suo tempo ottenuto, va revocato. Questo è il succo della recente decisione resa dal Tribunale di Ascoli Piceno, a firma del Giudice dott.ssa Foti, in accoglimento dell’opposizione a decreto ingiuntivo dell’importo di oltre 60.000 euro.

Felice il debitore, patrocinato dal mio studio, che non disponeva più dei vecchi estratti conto del suo conto corrente per verificare la legittimità dell’ingente pretesa creditoria nei suoi confronti, quanto a sorte capitale, interessi, spese etc. E’ successo però che anche la Banca non li avesse più e il Giudice ha ritenuto infondata la sua richiesta di pagamento! La motivazione, resa “in omaggio al principio della ragione più liquida” rispetto alle diverse eccezioni sollevate, risiede nel fatto che il creditore non ha dimostrato il credito vantato, depositando in giudizio solo copia dei contratti di prestito, “dai quali non è possibile evincere l’effettiva erogazione delle somme in finanziamento”. L’istituto bancario non ha prodotto in giudizio, infatti, nè estratti conto nè piano di ammortamento, ma solo una dichiarazione di credito, firmata dal legale rappresentante e i contratti di finanziamento. E ha perso la causa.
#studiolegalecenerig

Commenta su Facebook

Mah... la banca in questione mi sembra poco banca e il cliente, che dovrebbe ben conoscere la somma ricevuta a suo tempo e che quindi avrebbe dovuto restituire, poco serio.

Certo che questi documenti si perdono come le caramelle !

Che culo

😅😄😄😃😛

ma che razza de banca è

😂 😂 😂 😂 Te amo bancario...

View more comments

Carica altro

Contatti

(+39) 0735.78.17.16

Uffico

(+39) 393.99.21.112

Cellulare

Via del Correggio 22

San Benedetto del Tronto (AP)

gabriellaceneri@hotmail.com

eMail

info@gabriellaceneri.it

eMail

Richiedi un appuntamento

4 + 1 =

 

Contatti

(+39) 0735.78.17.16

Uffico

gabriellaceneri@hotmail.com

eMail

(+39) 393.99.21.112

Cellulare

Via del Correggio 22

San Benedetto del Tronto (AP)

info@gabriellaceneri.it

eMail

Richiedi un appuntamento

14 + 1 =

Call Now Button